LEZIONI CON TUTOR

Chi è il Tutor?

E’ una figura professionale che affianca bambini e ragazzi con difficoltà/disturbi specifici di apprendimento, e le loro famiglie, nei contesti educativi extrascolastici.

Il tutor guida lo studente verso una sempre maggiore autonomia nello svolgimento dei compiti e nello studio. Aiuta lo studente a scoprire come fare i compiti e studiare nel modo a lui più funzionale, a sviluppare tutte quelle strategie e “piccoli trucchi” che serviranno ad affrontare la scuola con maggiore serenità e fiducia nelle proprie capacità.

Il Tutor potenzia gli apprendimenti

Con il termine potenziamento degli apprendimenti, si intende il piano di attività finalizzate a sostenere lo sviluppo delle abilità alla base di processi come la letto-scrittura e il calcolo. Ha come obiettivo quello di sostenere il naturale processo di maturazione di una specifica abilità strumentale, facilitandone lo sviluppo. Il percorso di potenziamento è rivolto a bambini della scuola primaria con Disturbo Specifico dell’ Apprendimento già individuato o con difficoltà negli apprendimenti emerse da screening.

Potenziamo” le abilità di velocità e correttezza della lettura nella dislessia, favorendo una maggiore consapevolezza fonologica (cioè la capacità di identificare, discriminare e manipolare i suoni contenuti nelle parole) e l’automatizzazione del riconoscimento delle parole e di parti di esse (ad esempio sillabe, prefissi e suffissi).

Potenziamo” le abilità ortografiche per la diminuzione degli errori ortografici nella disortografia, lavorando sulle abilità metafonologiche (come ad esempio la segmentazione fonetica, che interviene nel passaggio dalla parola orale a quella scritta) e sull’associazione tra fonemi e grafemi.

“Potenziamo” le abilità grafiche di scrittura per migliorare la qualità dello scritto, esercitando cioè il movimento da compiere, e al contempo alleniamo le abilità di coordinazione visuo-motoria e oculo-manuale fondamentali per una scrittura adeguata.

Potenziamo” le abilità di calcolo per aumentare la velocità ma soprattutto diminuire gli errori, lavorando sulle capacità alla base dell’abilità numerica (come ad esempio il riconoscimento di quantità o l’ordinamento di grandezza) e sulle capacità di calcolo.

Le attività di potenziamento possono risultare utili anche in termini di prevenzione di disturbi specifici o generiche difficoltà di apprendimento: infatti un percorso svolto prima dell’inizio della prima elementare, con bambini quindi che si apprestano ad entrare nel mondo della scuola, si dimostra essere utile a prevenire successive difficoltà. In questo caso si tratterà di utilizzare il gioco per attività che in primis divertano i bambini e in secondo luogo sostengano e rinforzino le abilità alla base di lettura, scrittura e calcolo.

Quali Tutor puoi trovare da noi?

TUTOR DSA

è un professionista specializzato nei disturbi specifici dell’apprendimento; è una “figura ponte” tra il bambino, la scuola, la famiglia e gli specialisti per favorire un clima di collaborazione tra le parti, mediando e orientando tutti verso un unico obiettivo: il successo scolastico del bambino. Ha una formazione specifica che gli permette di valutare le caratteristiche dello studente e predisporre un percorso didattico su misura per lui.

TUTOR ADHD 

Il Tutor Adhd è un professionista del settore socio educativo che ha seguito un percorso specialistico che gli permette di:

    • Fare un inquadramento clinico dei disturbi da Adhd
    • Attivare strategie e procedure per gestire i comportamenti disfunzionali
    • Individuare gli obiettivi educativi condivisi
    • Fare attività di potenziamento cognitivo e didattico
    • Elaborare interventi mirati per favorire la partecipazione attiva alle attività didattiche

La figura del TUTOR è spesso richiesta in ambito domiciliare per la gestione dello studio e dei compiti, lavora in collaborazione con l’ equipe clinica, la famiglia e gli insegnanti.

TUTOR DELL’APPRENDIMENTO

Il Tutor dell’apprendimento è una figura ponte tra scuola e famiglia. Il suo compito è quello di fornire ai ragazzi strategie e strumenti che consentano di provvedere ai loro bisogni formativi scolastici. Promuove una relazione educativa basata su TECNICA (conoscenza della normativa, delle strategie e degli strumenti), EMOZIONI, ALLEANZA e DIALOGO.